SPIRULINA BIOLOGICA ITALIANA

La coltura di Spirulina 

Euralgae produce la sua spirulina in fotobioreattori chiusi di grande volume, rispettando il ciclo fisiologico di moltiplicazione e crescita della microalga. I sistemi di fotobioreattori innovativi adottati e le tecniche di coltura ad essi implementate rappresentano nel settore di riferimento una evoluzione sostanziale in termini di produttività per unità di superficie con conseguenti minori costi di produzione. 

Euralgae punta al successo della presente iniziativa beneficiando di molteplici vantaggi competitivi, tra i quali: 

  • L’adozione di un moderno impianto, dotato un innovativo sistema di fotobioreattori chiusi, tecnologicamente strutturati per sostenere e potenziare l’accrescimento di questa microalga tropicale. 
  • La presenza di uno staff specializzato nelle tecniche di gestione di processi industriali, su larga scala, per la coltivazione di microalghe destinate alla produzione biologica di liofilizzati di grado farmaceutico;
  • Il vantaggio del marchio "made in Italy" sinonimo di qualità internazionalmente riconosciuta all’agro-alimentare italiano dotato di un savoir-faire ineguagliato in altri contesti geografici.

Sito produttivo

Il sito di produzione, collocato tra mare e colline al centro della penisola salentina, gode di una posizione naturale privilegiata e dispone di acqua dolce pura e di energia elettrica rinnovabile a copertura dei fabbisogni idrici ed elettrici. 

L'impianto per la produzione industriale di Spirulina Biologica è dimensionato in 25 "moduli fotobioreattori" per complessivi 1.500 metri cubi di capacità liquida di coltura e raggiungerà a regime una producibilità di 200.000 Kg di spirulina liofilizzata l'anno.
I lavori sono stati avviati all'inizio del 2021  e l'impianto entrerà in produzione nel 2022.
Allo stato dell'arte è l'unico impianto con tali potenzialità, non esistendo in Italia, né altrove, altri impianti specializzati nella produzione di Spirulina biologica di livello comparabile. 

Sistemi di coltura 

Per rendere efficienti e produttivi i nostri sistemi di coltura e raggiungere l'attuale livello di eccellenza, si è reso necessario intervenire su molteplici fattori, quali: l'ingegneria impiantistica, la fluidodinamica e il controllo dei parametri di crescita delle microalghe. 

A compimento di una lunga attività sperimentale sono state introdotte nei sistemi di processo due importanti innovazioni che hanno infine consentito il passaggio ad una fase di industrializzazione spinta dei processi produttivi. Tali innovazioni riguardano due aspetti fondamentali quali la modularizzazione degli impianti e l'introduzione di un più performante sistema di illuminazione interno. 


La scelta di "modularizzare" l'impianto, alloggiando i sistemi di coltura all'interno di container metallici 40'HC, si è rivelata vincente ed ha permesso la standardizzazione dei sistemi, la riduzione dei costi di costruzione e semplificato la logistica, in quanto:

  • La fabbricazione dei "moduli di coltura containerizzati" viene effettuata da aziende specializzate del Network Global Electrification Project che dispongono di tutte le risorse necessarie per la realizzazione;
  • I processi di costruzione e di assemblaggio avvengono in condizioni controllate, contribuendo così ad una riduzione dei tempi di costruzione;
  • La modularizzazione consente di accrescere le dimensioni dell’impianto (scale up) e semplifica l’adattamento dei progetti alle proprie esigenze; 
  • Tutto ciò si traduce in un vantaggio economico che porta ad una riduzione del 15-20 % dei costi totali della realizzazione dell’impianto. 


Il risultato di questa scelta è un "modulo produttivo containerizzato" replicabile a volontà, standardizzato nei suoi componenti e con un volume utile di coltura di 60 m³.

Nello sviluppo del modello base sono stati adottati numerosi accorgimenti tecnici al fine di aumentarne la produttività, minimizzare le perdite per evaporazione, ridurre i fermi impianto per operazioni di pulizia o di sanificazione e dilazionare al massimo gli interventi di manutenzione programmata.
Di particolare rilevanza è stato l'intervento sul sistema di illuminazione interno al fine di preservare nel tempo la trasparenza dei corpi illuminanti immersi nel liquido di coltura, costantemente soggetti al fenomeno di biofouling.
Nei moduli containerizzati la coltivazione si svolge all’interno di una serie di fotobioreattori chiusi e si fa uso di corpi illuminanti LED, immersi in permanenza nel liquido di coltura, mantenuto ad una temperatura costante di 35°C ± 1°C.
Com'è noto, le microalghe in crescita aderiscono e si stratificano sulle superfici con le quali vengono a contatto e, nel caso dei corpi illuminanti, in breve tempo ne schermano il flusso luminoso; questo inconveniente ha rappresentato "il fattore limitante" che finora ha bloccato lo sviluppo di sistemi di coltura di microalghe di grandi volumi.
Al biofouling si può ovviare solo ricorrendo a ripetute e costose pulizie manuali: soluzione possibile nel caso di un piccolo impianto (scala laboratorio), ma inapplicabile per impianti con migliaia di elementi luminosi in attività, dove la gestione dell’intensità di luce è uno dei parametri essenziali nella progettazione di un fotobioreattore. 


Una soluzione efficace al biofouling è giunta con l'integrazione di un sistema di pulizia meccanica delle superfici esterne dei corpi illuminanti a LED il quale, entrando in funzione ad intervalli regolari, ne ripristina la trasparenza originaria. 
Tale sistema di pulizia automatizzato si è dimostrato molto efficiente ed ha consentito di risolvere definitivamente il problema e di dilatare gli interventi manuali di lavaggio dei fotobioreattori fino a 10/12 mesi senza riscontrare riduzioni significative degli indici di accrescimento o del rendimento di conversione fotosintetica. 

"Con tali peculiarità i fotobioreattori di Euralgae si posizionano sul mercato come il sistema di coltura microalgale più tecnologicamente avanzato" 

  Caratteristiche del prodotto 

  • Stato fisico: polvere, compresse, capsule (a richiesta). 
  • Metodo di essiccazione: liofilizzazione. 
  • Prodotto offerto a: clientela professionale. 
  • Spedizione: merce pallettizzata. 
  • Ordine minimo: 1.000 kg. 
  • Marchio: i prodotti finiti vengono offerti con il marchio Euralgae o in Private Label.
  • Shelf life: 36 mesi